NON LASCIAMO L’ITALIA NEI... “CASINI”

Pier Ferdinando CasiniPier Ferdinando Casini

Degli ultimi quindici anni di vita politica di questo Paese butterei via tutto o quasi. Butterei via senz’altro tutti gli anni in cui ha governato Silvio Berlusconi, salvando quel poco che c’è di salvabile, invece, dell’esperienza del governo dell’Ulivo. Non un granché per la verità, visto che, con l’esplosione che l’ha mandato in mille pezzi, non è finito solo una stagione di governo ma è sparita una intera coalizione, dispersa in una diaspora insanabile. C’è solo una cosa che salverei di questi anni ed è l’affermarsi del bipolarismo, anche se oggi non ha un bell’aspetto ed è ostaggio del berlusconismo, causa e ragione del suo cattivo stato di salute. Lo salverei perché il bipolarismo ha portato nel nostro paese il valore insostituibile della sana alternanza di governo, con la quale in democrazia si mettono in moto i virtuosi anticorpi ad ogni forma di controllo e sopraffazione, perché ha introdotto il principio sacrosanto della responsabilità di coalizione, che nasce intorno ad un leader e ad un programma da realizzare e non da stracciare il giorno dopo. Ecco perché sono convinto che il bipolarismo sia una esperienza non solo da salvare ma da conservare, così come sono convinto che, una volta tolto di mezzo Berlusconi, il nostro bipolarismo potrebbe finalmente essere normale e riuscire a godere di buona salute. Ci sarebbero due schieramenti e due leader che finalmente si confronterebbero ad armi pari sui contenuti, costretti a cercarsi il consenso non come ora grazie al controllo dell’informazione ma sull’offerta di proposte da fare al paese. Il problema, però, è che con questo Pd, che è ogni giorno di più la bella addormentata nel bosco, c’è il rischio serio che il bipolarismo non sopravviva a Berlusconi e che, all’era Berlusconi succederà quella di Casini. E non lo dico perché mi piace fare dietrologia filosofico-politica ma perché, da alcuni colloqui avuti in forma privata con illustri esponenti del Pd, mi risulta nei fatti. Il ragionamento che alcuni fanno in casa democratica è più o meno questo. Siccome siamo consapevoli che Pd, Sinistra radicale, Idv e Udc non potranno mai stare insieme, piuttosto che rispedire Casini nelle braccia di Berlusconi, siamo pronti a svendere il bipolarismo e ad aprire la strada a Casini, confezionando una legge elettorale che azzeri il sistema bipolare, introduca un sistema proporzionale dove ogni partito corre da solo e fa da ago della bilancia il giorno dopo le elezioni. Non esisterebbero più coalizioni, né candidati premier. Esisterebbero solo partiti che chiedono consenso sul simbolo e governi che nascerebbero il giorno dopo, non sui programmi ma in base al numero di poltrone offerte in cambio del sostegno, secondo quel detestabile sistema da prima repubblica che con tanta fatica abbiamo cancellato per sempre. Chiudere l’era Berlusconi aprendo quella di Casini sarebbe un delitto. Lasciare che Casini abbia la golden share dei futuri governi di questo paese, sarebbe un criminogeno passo indietro, nel giurassico della politica, talmente scellerato da poter essere a ragione annoverare tra i crimini contro l’umanità. Dopo vent’anni di Berlusconi, a questa stanca e povera Italia, almeno quest’altro pugno in faccia, che finirebbe per stenderla definitivamente, risparmiamoglielo.

Commenti

Leggendo le "ultime" dai giornali, mi chiedo: quanti "eroi" alla "mangano maniera" abbiamo???? Se vi interessa, leggete qui (o altrove, la sostanza non cambia)
  • http://www.repubblica.it/politica/2010/07/27/news/p3_il_giorno_di_dell_utri_il_csm_trasferisce_marconi-5860219/
  • http://www.unita.it/news/italia/101756/p_indagato_caliendo_dellutri_non_risponde_ho_imparato_a_palermo
   
Posso continuare a preferire Falcone ed il non certo comunista Borsellino?
puoi dire ciò che vuoi, ancora per poco......poi il "bavaglio" alla rete, ti impedirà di farlo.....profitta ora....
Hai pienamente ragione,ed è esattamente questo ciò ke mi mette l'angoscia,Compagna
Per il Csm il Pd scelga nomi esemplari". Firma l'appello a Bersani di Camilleri, Hack e Flores d'ArcaisStimato onorevole Bersani, sull’elezione del Csm lei e il suo partito potete rendere un servizio a tutto il paese. I magistrati hanno già eletto i loro sedici rappresentanti. Il Parlamento non si mette d’accordo sugli otto che deve esprimere. Cinque spettano alla maggioranza, tre alla minoranza.Marco Travaglio ha fatto notare che sarebbe un ennesimo scandalo se, in forza di una lottizzazione, la scelta cadesse su personalità partitiche (per la minoranza si parlava di un esponente Pd, uno Idv, uno Udc) anziché su personalità di alta statura giuridica la cui estraneità alle cariche politiche costituirebbe garanzia di imparzialità.L’onorevole Di Pietro ha accolto l’invito di Travaglio e ha proposto all’opposizione di scegliere tra cinque nomi: Borrelli, Cordero, Zagrebelsky, Grevi, Tinti. Sono nomi che onorano il paese. L’opposizione ha la forza di imporne tre. Il meccanismo del quorum è tale che un terzo dei parlamentari è sufficiente a bloccare ogni nomina. Berlusconi, i cui rappresentanti erano tre e ora saliranno a cinque, ha interesse a che le otto nomine vengano fatte.Lei e il suo partito avete dunque, e in modo tecnicamente facile, la possibilità di imporre che almeno tre degli otto membri di nomina parlamentare rappresentino quella ipoteca di serietà e di moralità di cui l’Italia onesta e civile avverte un improcrastinabile bisogno.Non tradisca queste aspettative, che sono anche di molti dei suoi elettori.Andrea CamilleriMargherita HackPaolo Flores d’Arcais(22 luglio 2010)* Indica i campi obbliggatori
al momento, abbiamo superato le 12500 firme!!!!  :-)
Nelle discussioni, più o meno animate, di questi tempi, spesso ci si focalizza sugli ex-an, e si tralascia la lega. Posto che gli ex-an sono corresponsabili delle (cattive) azioni di governo, non sono da meno i leghisti, che pure vorrebbero apparire lontani da certe logiche di malaffare, eppure è anche con il loro determinante voto che certe porcate sono passate, e continuano a passare. Si "giustificano" raccontando ai loro elettori che lo fanno per poter arrivare al famoso federalismo, ma ormai abbiamo capito che così non è. E forse, stanno cominciando a capirlo anche alcuni dei loro elettori. Per "rendersi credibili" agli occhi dell'elettorato leghista, che per lo più è al nord, e che ha una matrice prevalentemente operaia, e teme di perdere il lavoro,  hanno contribuito pesantemente a creare un clima di allarme sociale contro gli immigrati, per poter seminare un sentimento razzista e fortemente discriminante.Ma i tempi in cui urlavano contro "Roma ladrona" sono lontani da un pezzo. E nel frattempo hanno ingoiato rospi che all'inizio sembrava impensabile riuscissero a digerire, e a far digerire al loro elettorato.E' notizia di questi giorni che, ad esempio, la regione Toscana ha avuto la meglio su un ricorso del Governo contro una legge regionale che prevede l'assistenza sanitaria "anche" ai clandestini. In virtù di molti principi, da quello dell'uguaglianza sociale, al diritto alla salute, al giuramento di Ippocrate.....Una sconfitta che la Lega deve ingoiare......ma ci pensate??? Il Governo che fa ricorso CONTRO una legge regionale che sancisce il diritto alla salute per TUTTI?????  Così come è carino il pezzo di oggi di Toni Jop, che con il suo sarcasmo ironizza quotidianamente sulle "imprese leghiste".  Se cercate in internet troverete che ciò che scrive Jop non è frutto di invenzione, anche se lui tratta certi argomenti in forma "leggera"....   http://www.unita.it/news/toni_jop/101726/una_spia_da_cani
la lega ha la stessa responsabilità di fini e la sua credibilità in tema di legalità (tema che cmq è stato abbandonato dalla lega) è pari allo zero spaccato....la lega deve la sua fortuna al famoso cappio nell'era tangentopoli; all'epoca di elevò ad icona della legalità, sparando a zero sui protagonisti della 1^repubblica cioè socialisti e democristiani, ritenuti ladri, mascalzoni e così via....poi ci fu la famosa "discesa" in campo di cesare e bossi disse che MAI si sarebbe alleato con un "mafioso".....bene, i fatti hanno dimostrato il contrario: quel partito che all'epoca aveva fatto della legalità la sua bandiera, oggi, sta al governo con gentaglia che pratica e diffonde la cultura dell'impunità, che utilizza il garantismo per pararsi il "sedere" (e quì mi verrebbe da dire altro, ma voglio evitare di essere volgare), che crede che il liberismo sia sinonimo di "libertà" di fare i "cavoli" propri in barba a tutte le regole, anche minime, di convivenza civile....la lega, con la scusa del federalismo (ma è solo una scusa, visto che alla lega interessa la secessione....e il potere), si è resa complice di un governo del malaffare, ha votato leggi porcate che farebbero "arrossire" le porcate democristiane di altri tempi, avalla una manovra che premia i veri parassiti della società ovvero gli evasori, i truffatori, gli speculatori, ecc, permette che in parlamento seggano soggetti indegni....oggi, la lega dovrebbe SOLO mettersi la testa sotto la sabbia per l’incoerenza e per tutto il resto.....
.oggi, la lega dovrebbe SOLO mettersi la testa sotto la sabbia per l’incoerenza e per tutto il resto.....Andare a scuola magari in Europa e aprirsi alle larghe vedute, imparare l'italiano, lavorare con tantissimi stranieri gomito a gomito e fare amicizia, vedere se all'estero c'è il federalismo e come lo applicano, cosa ne pensano!Confrontare le loro idee con degli inglesi per esempio!Insomma fare tantissime sane esperienze!:)
Caro Donadi, l'operazione "casini" è partita da circa tre anni fa. A quella si sono  aggiunte dapprima l'operazione "ceppalonidi" alla quale si è aggregata quella "rutellini". L'obiettivo è devastare l'IdV e renderlo innocuo. Operazione perfettamente riuscita in molte realtà e si appresta a risultati strabilianti. Fra non molto si parlerà di possibile alleanza con i "casini" visto che molte delle nuove cooptazioni hanno tentato, nelle scorse elezioni, di creare alleanze con i "casini" e i nascenti "rutellini"
 On. Donadi, dico la verità, forse il bipolarismo, con la possibilità di alternanza, sarebbe utile, ma chi c’è a destra ?, non posso concepire che, dopo un periodo di centrosinistra, gli italiani tornino a votare per un governo di centrodestra senza che questo non provochi, come adesso, la rovina del Paese. -------------  @ Roberto e Maria Galesso Cari, questa vostra matematica, 1, 2, non la capisco, allontana dal tema principale e introduce scurrilità [email protected] Paolo, Casini saprebbe gestire due forni contemporaneamente ? – E crede che conviene votare anche se bisogna turarsi il naso ?---------------- @ a Stefy, il cambio culturale può accadere soltanto se non ci addormentiamo ed ognuno di noi continua a fare opera di informazione nel suo ambito. – E sul fatto che il PD non si considera più di sinistra ti ha risposto già Maria b ; c’è troppa paura di venire additati come comunisti. – Di Pietro invece già diverse volte si è alleato con comunisti, suppongo che perché sa bene che loro sono sempre, come lui, dalla parte dei più deboli.  -------------- @ Perplessa, credo che non può essere Vendola, perché nella sua regione è messo in discussione per scelte inconsulte contrarie all’ambiente. – Circa Fini, credo che assolutamente non possono farsi accordi con lui, né con nessun politico della destra fascista : sono atemporalmente i responsabili della soppressione della [imperfetta] democrazia italiana, della guerra al fianco di un dittatore chiaramente pazzo e razzista, della vigliacca e immorale consegna dei nostri compatrioti ebrei italiani ai sadici aguzzini nazisti, dell’appoggio allo Stato di Israele che tiranneggia gli Arabi nel territorio esteso del quale si è impadronito e asfissia -come novello Hitler- i Palestinesi della Striscia di Gadza.  ------------- @ tutti gli amici, segnalo le parole di «Maria b» sul male minore e il bene maggiore.  
Susate,ma ce l'ha ordinato il dottore di avere questi pretacci a governare?
Il mio è un sentimento che nasce dall'intestino, quyindi ha poca validità ma mi impone di dire Casini NO!Senza Se e senza Ma.
Il mio è un sentimento che nasce dall'intestino, quyindi ha poca validità ma mi impone di dire Casini NO!Senza Se e senza Ma.
casini? di culo, 1, tutti ne abbiamo.. di chiappe,, tutti, 2 ne abbiamo , ma te con quel bocchino sensuale che madre natura ti ha donato, ''QUANTE CHIAPPE HAI? '' sai casini casinaro, dovro' conoscere preventivamente quale chiappa sara' la tua prediletta? sei ,dopo il macaco kaimano, l'unico amante dell' ingoio.
Certamente Casini é poco affidabile in quanto abile ballerino, a DX e SX,  e abile fornaio che sa gestire due forni contemporaneamente. Ma se viene utile a detronizzare l'aspirante Dittatore PAPI   CU'-CU'GHE PENSI MI, vecchio demente che sta rovinando l'Italia con la sua cricca, turiamoci pure il naso... Potrebbe servire dato che i numeri non ci sono...
Casini ha perso qualsiasi credibilità. Ora vuol fare il "salvatore della patria", apparendo per colui che riesce ad equilibrare le peggiori contrapposizioni, ed a comporre i peggiori disastri. E' l'unico modo che ha per poter riacquistare un pò di "percentuali". E se dovesse riproporre il sistema elettorale proporzionale puro, sarebbe lì a fare l'"ago della bilancia"......Una nuova, estenuante fase di democristianesimo con pentapartiti, appoggi esterni, accozzaglie che farebbero impallidire quelle dell'Ulivo, intrallazzi............Mi spiace, Paolo, ma forse non hai avuto la sfortuna di conoscere il "regime" democristiano, per questo ti sembra "fattibile"......
Il bipolarismo è nato dalla necessità di garantire la governabilità al paese.….bene, un fine, senz’altro, nobile ma che nella sostanza, si è dovuto scontrare con una realtà dei fatti, o meglio, con l’atteggiamento di una classe politica, assolutamente incapace (volutamente), perché troppo legata a vecchie logiche partitiche, quelle inciuciste, per intenderci, quelle che si caratterizzano da “accordicchi di palazzo”, da “trame nascoste”, da “grandi manovre”, da “larghe intese”, le quali risultano essere sempre rivolte alla NON TRASPARENZA, avulse da qualsiasi contatto con gli elettori e che cmq, non sempre (anzi, quasi mai) rappresentano il “meglio” (la storia recente ci insegna che rappresentano il “meno peggio”)……dunque, se vogliamo continuare sulla strada del bipolarismo urge un cambiamento politico-culturale reale, nel senso che al mutamento di forma deve corrisponderne uno di sostanza; per cui è assolutamente necessario un ricambio di classe dirigente, adeguatamente approntata al bipolarismo, che rifiuti, senza ma e senza se, il sistema inciucista…..quanto al pd, “fuggire” dal bipolarismo per andare a trovare “riparo” sotto l’ala protettiva di casini, significa rinnegare sé stessi e la propria ragion d’essere, significa riconoscere i propri fallimenti, significa non aver fiducia nelle proprie potenzialità e/o ammettere di non aver più nulla da dire…..insomma, vuol dire arrendersi davanti ai propri limiti, vuol dire, azzardo a dirlo, non considerarsi (quasi) più di SINISTRA…..
che c'entra la sinistra con il PD????? Ex "diessini" sono tra i migliori e più abili inciucisti di oggi, e hanno fatto mirabili "regali" alla destra berlusconiana. Poi c'è un'accozzaglia di democristiani, ex margherita, ex PPI, etc etc....ma quale sinistra????? comunque, poichè  voglio condividere le mie "incazzature" con qualcun'altro, ti propongo un bell'articolo di Marco Lillo.....a proposito di silenzi.....primo fra tutti quello della sedicente opposizione.....  http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/07/26/a-roma-non-hanno-frettadi-indagare-su-b/43900/
riguardo al pd e al suo NON essere di sx, volevo essere buona!! riguardo all'articolo di lillo, beh, quando si dice "magistratura politicizzata".....
a proposito di disgusto o, come diceva ieri Travaglio "vomito ergo sum".....sto seguendo il TG7. La pagina politica dedicata quasi esclusivamente agli "accoltellamenti" in casa PDL.....Ora, che Fini o Bocchino, nati politici, cresciuti a pane e politica, abbiano i loro ....."fini".....è fuor di dubbio....Ma il linciaggio posto in essere contro Granata è vomitevole. E sentire gente come Bondi, Lupi, Frattini "sparare sentenze" è il colmo del voltastomaco!!! Altro che "senso della politica", qui si è perso proprio il senso minimo della decenza!!!
Per il casino di DI CASINI, siamo stufi di porgere l'altra guancia,CASINI, TAGLIAMO la lingua a chi della televisione dice le bugie, e a te CASINI PURE. fa' casini che chi sta' bene qua', stia male dila'. MICA SIAM TUTTI SCEMI ED OPPORTUNISTI COME TE?  VORREI VEDERTI, no in cassa da morto, ma in cassa integrazione SI, E BEN VOLENTIERI. MAGNA OGNI DI' SEMPRE QUELLO. come noi. CASINI, gia' dalo nome , SEI TUTTO UN PROGRAMMA. MOGLIE, (qua in veneto) affarista, MA,TE, PER LE TUE PULCI SESSUALI E GINECOLGICHE,ed MASTURBALINE, CHI TI AUTORIZZA DI MANDARE NOI TUTTI A FAN CULO? DOBBIAMO DARTI ANCHE QUELLO? CASINI? va dove ti porta la DINASTIA.
Francamente vedo solo Vendola di papabile, Casini lo vedo come una banderuola al vento insipida e un pò democristiana.No no grazie.Caspita a sentire ciò la prima cosa che penso è: rinnovo totale della classe dirigente.No,no piuttosto voto i grillini, è un comico che fa demagogia e populismo, preferisco lo stesso.Abbiam preso una china che secondo me nessuno sa più cosa fare: il pd prova a soppravvivere e sarò facilona ed ingenua ma anche Fini( a me personalmente non piace) ha capito che si è passato il limite e prova a salvare un poco di dignità, secondo me senza secondi fini. Non so proprio.
 Ultimamente mi capita di essere "insofferente".A volte mi chiedo se voialtri politici leggiate e/o ascoltiate ciò che gli elettori dicono, scrivono, pensano.Il bipolarismo sarebbe (forse) una buona forma di “alternanza possibile” se non fosse nato malato. Il fatto che sia nato malato mi trova concorde. Non concordo nell'attribuire la forma di “malattia” al solo Berlusconi-smo. Il bipolarismo in Italia è nato malato perchè è sempre stato oggetto di “inciuci”. La responsabilità della patologia quindi è “bipartisan”. E' proprio per questo motivo che molti elettori (se VOI leggeste, ascoltaste, lo sapreste) sono stanchi e si allontanano dalle “urne”. Per qualche decennio hanno votato “il male minore”. Una volta capito che DOPO il male minore non arriva un “bene maggiore”, hanno smesso di votare. In questi mesi (ma anche prima, solo che recentemente c'è maggior frenesia, che aumenta con l'intensificarsi della crisi nel centrodestra) si fa un gran parlare di probabili alleanze, di governi d'intesa (con tutti gli uomini di buona volontà), di governi per la legalità (con chi ci sta ci sta), di alternative (senza concordare su nulla di alternativo, nemmeno su un nome). Il tutto deciso, fatto, annunciato e poi   disfatto a tavolino, al telefono. Nessuno che si preoccupi di “ascoltare” ciò che la “base” dice. La base la si può ascoltare dal vivo, alle riunioni, alle conferenze, ai congressi, alle riunioni occasionali, leggendo blog, siti di partito, etc etc. Solo in questo blog vi sono state decine di commenti, su Casini, su Fini, su Vendola, sulle alleanze che di volta in volta lo “scenario” dei nostri fantasiosi politici improvvisa. Ma ho letto decine (centinaia) di commenti su blog di giornali, siti, etc etc...Ecco: secondo me, se solo vi soffermaste a leggerli avreste le idee più chiare. Di sicuro sapreste ciò che l'elettore di “centro-sinistra” NON VUOLE: vi è stato detto in tutte le salse!!!! Invece, da come vi comportate, sembra che viviate su un altro pianeta. O che vi riteniate gli unici a sapere qual'è la cura per l'ammalato, senza nemmeno chiedere all'ammalato il "consenso alle cure". O peggio, ogni volta che vi apprestate a fare una scelta scellerata in virtù del principio del mantenimento della percentuale di voti (e quindi di seggi, di poltrone, di rimborsi elettorali, etc etc), "preparate il terreno", e poi la presentate come "la panacea". Questo giochetto non funziona più: la gente è stufa!  Ve ne siete accorti???????    Spero di essermi espressa con chiarezza.Imparate ad ascoltare, così avverà il miracolo che la classe politica “segua” le indicazioni dell'elettorato, e non che la classe politica prenda decisioni indipendenti dalla volontà dell'elettorato, aspettandosi che “il gregge "vada, in massa, a votare......turandosi il naso ancora una volta.
QUAL'E' LA DIFFERENZA TRA CASINI, D'ALEMA, BERSANI E FINI?IO NON NE VEDO, SE NON L'OPPORTUNISMO DI IDV, CHE DA PATENTI DI MORALITA' A GIORNI ALTERNI.